Acquista il libro

In to the Wild (Nelle terre estreme)


Into the wild (nelle terre estreme)

In to the Wild (Nelle terre estreme) non è soltanto un libro da leggere pagina dopo pagina, ma un viaggio da compiere prendendo la mano di Christopher McCandless.

Christhoper nacque il 12 febbraio1968 nel Sud della California; si laureò all’Università Emory, ottenendo una specializzazione in Storia e Antropologia.

Di famiglia benestante, dopo aver donato i suoi 24.000 dollari di risparmi, iniziò a vagare nell’ovest degli Stati Uniti, con la volontà di vivere in solitudine per un certo periodo e per giungere infine nelle terre selvagge dell’Alaska.

Il viaggio iniziò con una vecchia auto, una Datsun gialla, con cui amava spostarsi in vari luoghi durante le vacanze scolastiche.

L’auto fu in seguito ritrovata nel deserto del Mojave: all’interno Christopher aveva lasciato una chitarra, un pallone, un sacchetto pieno di vecchi indumenti, una canna da pesca, del riso, un’armonica a bocca, i cavi della batteria e le chiavi.

Il mezzo fu abbandonato a causa di un’inondazione proveniente dal fiume accanto al quale si era accampato, che bagnò il motore rendendo l’automobile ormai inutilizzabile.

Prima di lasciare la sua auto bruciò parte dei suoi risparmi, una scena memorabile del film, che va oltre l’immagine stessa, è il desiderio di liberarsi di ogni vincolo, mettersi alla prova per testare la propria forza, il proprio ingegno per sopravvivere senza denaro.

Christopher proseguì a piedi facendo l’autostop, girovagando tra Stati Uniti occidentali e Messico settentrionale.

Trascorse gli ultimi centodieci giorni della sua vita nei boschi dell’Alaska, nel parco nazionale di Denali, avendo come unico rifugio un vecchio autobus abbandonato, trovato per caso, da lui chiamato Magic Bus .

Into the wild (nelle terre estreme)

Per un certo periodo, Chris riuscì a sopravvivere con l’ausilio di pochi strumenti: un fucile Remington calibro 22, con cui poteva procacciarsi della selvaggina, una sacca di riso, un libro sulle piante commestibili del luogo, una mappa e altri semplici oggetti da campo.

Il 12 agosto scrisse il suo ultimo messaggio e, il 6 settembre, due cacciatori trovarono i suoi resti.

Into the wild (nelle terre estreme)

Ufficialmente morì di fame, pesava soltanto trenta chili, ma altre possibili cause potrebbero essere state il freddo o l’aver ingerito piante velenose.

Nel proprio documentario il regista Lamothe ipotizza che Christopher si fosse ferito alla spalla o al braccio, come risulterebbe dalla famosa foto scattata davanti al bus pochi giorni prima della morte, dove la manica destra della camicia sembra vuota. Lamothe, basandosi sulla nota di aiuto scritta da McCandless, crede che quella ferita abbia impedito al giovane di attraversare a nuoto il fiume Teklanika.

Una tesi ancora più recente spiega come fu avvelenato dalla neurotossina ODAP, presente in alcuni semi di cui si era nutrito, che lo avrebbe lentamente paralizzato. All’epoca non si conoscevano gli effetti di questa neurotossina e neanche la sua presenza in alcune piante ritenute commestibili.

Nel vecchio autobus furono ritrovati numerosi appunti, una macchina fotografica con cui aveva effettuato degli autoscatti, una borraccia di plastica verde, alcune pastiglie per purificare l’acqua, un paio di pantaloni imbottiti, guantoni di lana, una bottiglia di repellente per gli insetti, un cilindro consumato di burro cacao, una scatola di fiammiferi, un paio di stivali di plastica marrone e alcuni libri di autori quali Lev Tolstoj, Jack London e Henry David Thoreau.

Nel gennaio del 1993, l’autore Jon Krakauer pubblicò la storia di McCandless sulla rivista Outside. Ispirato dai dettagli della storia di McCandless, Jon Krakauer ha scritto e pubblicato Nelle terre estreme nel 1996, che narra dei viaggi di McCandless. Il libro è stato adattato in un film di Sean Penn, Into the Wild – Nelle terre selvagge, nel 2007 con Emile Hirsch raffigurante McCandless. Quello stesso anno, la storia di McCandless è diventata anche il tema del documentario di Ron Lamothe dal titolo The Call of the Wild. Nel novembre 2014 è stato pubblicato il libro di memorie della sorella di Chris, Carine McCandless, dal titolo Into the wild truth, che spiega i motivi che l’hanno spinto ad allontanarsi dalla famiglia e dalla società.

Into the wild (nelle terre estreme)

 

Christopher McCandless

 

Acquista il libro

Acquista il libro

In to the Wild (Nelle terre estreme)ultima modifica: 2017-03-28T09:34:55+00:00da sabrinalibri
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*