Circe

Donne e Streghe


Circe

Vi siete mai domandati perché, sin dall’alba dei tempi, il ruolo della cattiveria, della potenza della malvagità e dell’ira, lo abbiamo sempre giocato le donne?

La storia e la letteratura ci hanno plasmato con la presenza di streghe, maghe, divinità ultraterrene dall’apparenza bellissime, ma tutte con uno solo scopo: dominazione.

Forse gli uomini, pur di non ritenersi sconfitti dinanzi alle capacità intellettive e comportamentali delle donne, hanno ritenuto giusto (o semplicemente più comodo) identificarci in figure oscure e demoniache.

In tutte le ere e tutte le culture le donne sono sempre state perseguitate e maltrattate, ancora oggi è una piaga visibile della nostra società; e tutte queste donne, venivano considerate: STREGHE.

Si intende, ovviamente, il senso lato del termine , ma fondamentalmente chi è una strega?

Cancellate dai vostri pensieri l’idea delle brutte streghe dei film di animazione della Disney, anzi vi dirò di più, essendo personaggi caratterialmente e psicologicamente TOSTE, per evitare che il principe azzurro scegliesse loro, si è fatto in modo che peccassero di “avvenenza”, e in questo modo lasciare libero spazio alla ragazza della porta accanto dai capelli oro e gli occhi azzurri che emanano quasi sempre uno sguardo, passatemi il termine, “cerebroleso”.

Io credo che la strega sia colei che riesce a guardare nella profondità della sua essenza fino a riuscire a recepire il senso e la bellezza di ciò che la circonda. Io stessa mi considero “magica”, ma solo ed esclusivamente perchè vivo le mie passioni, con una tale foga, quasi paragonabili al sesso e con altrettante soddisfazioni.

Lasciatemelo dire, nella maniera più presuntuosa che solo una donna può permettersi di usare: una STREGA, altro non è che una donna MOLTO intelligente, che fa del suo cervello il motivo della sua bellezza e la sua arma di seduzione.

Detto ciò, facciamo un piccolo excursus, di quelle che sono state, le DONNE/STREGHE che hanno segnato gli usi e i costumi della cultura occidentale:

Circe
Una delle Streghe più famose del mito Greco. Circe il cui nome significa cerchio o anello,vive su un isola galleggiante in mezzo all’oceano, circondata da animali selvatici. Con una pozione d’erbe magiche trasforma gli uomini in animali.

Morgana
E’ una potentissima Strega della saga britannica e gallese, nelle cui vene scorre il sangue delle fate. E’ in rapporto con il famoso Mago Merlino, di cui è l’amante o la sorella.

La lista potrebbe essere infinita, ma per chiudere voglio narrarvi, in breve, di un personaggio a me molto caro, nella quale mi sono sempre identificata, è una figura inventata che fa parte di una coppia di noti scrittori, anzi, a tal proposito, per tutti gli amatori del genere fantasy, consiglio spassionatamente la lettura di questo libro, che porta il titolo proprio del mio personaggio preferito : “Polgara La Maga” di David e Leigh Eddings.

Polgara è descritta come una delle donne più affascinante dell’intero universo.
È figlia dell’ “onorevole vegliardo” Belgarath, il mago, e di Poledra, che un tempo era una lupa e che scompare dopo aver dato alla luce Polgara e la sua gemella Beldaran. Le gemelle vengono dapprima allevate da un altro mago, Beldin, anche lui allievo di Aldur, poiché Belgarath era impegnato nel recupero del Globo di Aldur.

Trascorre la sua infanzia nella valle di Aldur con sua sorella, futura sposa di Riva Stretta di Ferro, signore di Riva, figlio di Cherek Spalla d’Orso, nonché Portatore del Globo. Il matrimonio tra Riva e Beldaran è uno dei cosiddetti Eventi predetti dalle Profezie, parte integrante delle saghe ideate da David Eddings e da sua moglie Leigh e che vedono Polgara tra i protagonisti. La lunga vita di Polgara è costellata da eventi dolorosi, che lei saprà però affrontare con coraggio.

Il mio breve sunto non descrive neanche minimamente la grandezza e la psicologia di questo meraviglioso personaggio.

Chiuderò questi miei pensieri facendo un appello alle donne: se il prezzo da pagare per il nostro essere sensibili, introspettive, lunatiche, e tutte quelle meravigliose caratteristiche che ci rendono le donne che siamo, è quelle di essere denominate STREGHE, beh, lasciateglielo fare.

Gina D’Errico

 

 

Donne e Stregheultima modifica: 2018-11-06T15:28:10+01:00da sabrinalibri
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *